Il Belgio e la condanna alle loot boxes: “È gioco d’azzardo”

Ultimamente stiamo assistendo ad un progressivo accanimento nei confronti delle famigerate loot boxes. Cosa sono? Si tratta di pacchetti, casse e forzieri contenenti oggetti casuali, che solitamente è possibile acquistare sia con moneta di gioco, che con soldi veri. In genere è una forma di acquisto perlopiù dedicata ai titoli free to play, utilizzata principalmente per coprire i costi di produzione del gioco, ma la bufera generata in questo periodo è dovuta alla decisione di diverse case produttrici di implementare queste cosiddette microtransazioni anche nei giochi a pagamento, facendo infuriare i giocatori.
star-wars-battlefront-2-microtransactions-640x360
Particolarmente presa di mira è stata Electronic Arts, in merito alla possibilità di sbloccare gli eroi principali del nuovo Star Wars Battlefront II dopo circa 40 ore di gioco. Gli utenti di reddit si sono fatti sentire tempestando di voti e commenti negativi (oltre 670.000) un post dell’azienda statunitense, all’interno del quale la compagnia giustificava la decisione presa in questa maniera: “L’intento è di offrire ai giocatori un senso di orgoglio e realizzazione per sbloccare i diversi eroi”. La strategia potrebbe anche rivelarsi efficace se non fosse per due motivi principali: 40 ore per un singolo eroe sono state considerate troppe e, soprattutto, c’è la possibilità di aggirare tranquillamente il tempo e la fatica del grinding pagando.
reddit
Belgio e Olanda si sono unite al polverone analizzando la situazione da un altro punto di vista: il Ministro della Giustizia belga Koen Geens si è espresso in merito dicendo: le loot boxes sono un mix di soldi e dipendenza, proprio come il gioco d’azzardo e affiancarle ai videogiochi, il cui pubblico è composto principalmente da giovani, può essere molto dannoso. Il politico inoltre ha garantito che farà di tutto per eliminare le microtransazioni non solo in Belgio, ma in tutta Europa.
Attualmente la proposta di legge sta ancora venendo esaminata dal governo belga, ma confidiamo in aggiornamenti a breve. Per adesso Electronic Arts ha rimosso temporaneamente la possibilità di acquistare le loot boxes con soldi veri.
dice-star-wars-battlefront-2-apology-770x433
Le microtransazioni stanno lentamente diventando l’incubo dei videogiocatori, proprio perché ad EA si sono uniti Activision (si prevedono anche in Call of Duty World War II) e Take Two, che ha dichiarato: “Le microtransazioni ci saranno in ogni gioco futuro”.
Se prima i dlc e vari season pass ci spaventavano, stiamo pian piano realizzando che era solo l’inizio, in un business che sta diventando sempre più costoso.

Nicola “Hozon” Caputo

Lascia un commento

Facebook
Twitter
Google+
YouTube
YouTube